.
Annunci online

  mondoboia [ Verità supposte ]
         


23 novembre 2007

BATTAGLIA DI CIVILTA'

SVEZIA, creata un'associazione che organizza blitz in monokini negli impianti

Le femministe: sì al topless in piscina

Le donne svedesi hanno intentato causa alle strutture che impediscono di fare il bagno a seno nudo

Fonte Corriere.it

Supportiamo le svedesi nella loro battaglia, Donne italiane anche voi quando andate in piscina mettetevi in topless

ps. Proposta riservata alla under 40




12 novembre 2007

Corriere.it colpisce ancora

Altra notizia importante sull'home page di corriere.it

Le donne a clessidra sono più intelligenti

In via Solferino nulla sfugge..

P.S.
Sesso: desideri erotici rimane comunque un caposaldo delle news di settimana scorsa




permalink | inviato da mondoboia il 12/11/2007 alle 16:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



6 novembre 2007

Diliberto: vai in analisi!

volonte' udc: se la porti a casa sua o nella sede del pdci

«Portiamo a Roma la mummia di Lenin»

Diliberto: se il Cremlino decidesse di rimuoverla da Mosca potremmo portarla a casa

MOSCA - La mummia di Lenin «potremmo portarla a Roma» se, nella Russia postsovietica di Vladimir Putin, il Cremlino decidesse di rimuoverla. Oliviero Diliberto, segretario del Pdci, lancia l’idea mentre passeggia sulla piazza Rossa, dopo aver depositato tre garofani al mausoleo che conserva intatta la salma di Vladimir Ilyich Ulyanov. Un po’ infreddolito dal vento gelido di Mosca, ma soddisfatto ospite di Gennady Ziuganov, leader del partito Comunista russo.

VOLONTE' - Ma mentre parla il segretario del Pdci non sa di stare per scatenare nel suo Paese una piccola polemica. «Se Diliberto vuole portare a casa sua o nella sede del suo partito la mummia di Lenin, faccia pure. L’Italia non può certo permettersi di diventare un ricettacolo di emuli dei genocidi comunisti d’Europa»: replica da Roma il deputato Udc Luca Volontè. «Forse quella di Diliberto è stata solo una battuta, magari dovuta al freddo polare e corroborata con qualche bicchierino di vodka locale...», conclude Volontè in un




permalink | inviato da mondoboia il 6/11/2007 alle 14:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa



5 novembre 2007

Notizie hot

Direttamente dal corriere.it di ieri un paio di notizie molto interessanti

 

 


In via Solferino la redazione internet si sta divertendo molto..


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Miss bagnetta bagnata orgasmi donne nude

permalink | inviato da mondoboia il 5/11/2007 alle 13:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



2 novembre 2007

AAAA Cercasi assessore

 
Il caso a Desio
Bestemmie nella suoneria, espulso l'assessore
Al secondo trillo del cellulare, il sindaco ha deciso di cacciare dall'aula il responsabile ai Servizi demografici
 
MILANO - Fervente cattolico il sindaco, blasfemo e bestemmiatore il telefonino dell'assessore. Che al secondo lungo e scellerato trillo fatto di insulti a Dio e alla Madonna, è stato scaraventato fuori dall'aula in cui si teneva la riunione di giunta assieme al suo padrone, un «Pierino» che l'ha fatta davvero grossa, al secolo Emanuele Gaiani, l'assessore ai Servizi demografici di Desio, scuderia di Alleanza nazionale.

L'altro giorno s'è fatto blu di rabbia, il sindaco Giampiero Mariani, uno cresciuto all'ombra del campanile, al pomeriggio sempre all'oratorio, tutte le domeniche seduto sui primi banchi della chiesa dei Santi Siro e Materno, da una vita impegnato nell'Unitalsi e nella San Vincenzo. Perché nel bel mezzo della giunta il telefonino dell'assessore Gaiani, uno che pure di nome fa Emanuele, ovvero «Dio è con noi», ha suonato due volte a distanza di pochi minuti. E per due volte ha snocciolato sotto le cattolicissime orecchie del primo cittadino una serie di parolacce e vergognose bestemmie scaricate come suoneria da Internet.

«Intollerabile», è sbottato il sindaco con un diavolo per capello e un altro improvviso demonio (l'assessore, ndr) seduto poco lontano. «Fuori! Vai fuori subito — ha tuonato Mariani — e torna soltanto dopo aver trovato una suoneria adeguata alla dignità di questo luogo». Ammutoliti tutti, paonazzo in volto l'Emanuele di An, che ha dovuto zittire il portatile in fretta e furia e portare immediatamente altrove le sue chiappe. Si difende, Gaiani, dicendo che voleva solo essere goliardico e che in ogni caso s'è reso conto di avere esagerato. Chiede anche scusa, l'assessore. Lo perdonerà il suo sindaco, uno che ha già «licenziato» certi assessori «lazzaroni»? Dipende tutto dalla voglia che avrà di applicare il cristiano perdono al blasfemo Pierino. «Non sono un bigotto — spiega Mariani — sono un uomo aperto e tollerante. Non posso certo pretendere che i miei assessori facciano professione di fede cristiana, ma il rispetto per il sentimento religioso condiviso dalla grande maggioranza dei nostri concittadini e il rispetto per i valori che da sempre ispirano il mio impegno politico, questo sì, lo pretendo».
Marco Mologni


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. bestemmia suoneria

permalink | inviato da mondoboia il 2/11/2007 alle 13:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     ottobre        dicembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



Dotcoma
Commeurope
Sottorete
Fantacalcio
Mantellini
Minimarketing
Gio a Cesena
Ariacielo a Ginevra
Imlog
Matteo


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom